Scuola finlandia

Scuola Finlandia: addio alle materie

helsinki-206410_960_720
01 Giugno 2017
In Finlandia si sta compiendo una rivoluzione didattica: non più materie e lezioni frontali, ma argomenti interdisciplinari da sviluppare in collaborazione con gli insegnanti. 
Facebook Twitter More

La migliore scuola del mondo sta per abolire le materie. E' la Finlandia, il Paese il cui sistema scolastico è in vette alla classifica del Pisa (Influential Programme for International Student Assesment) dell’Osce che misura alfabetizzazione e capacità matematiche della media degli studenti dei diversi Paesi.

 

L'abolizione delle materie in favore di un insegnamento interdisciplinare fa parte della riforma scolastica del 2015 e che entrerà in vigore in tutto il Paese nel 2020. 

La riforma prevede anche l'abolizione delle lezioni frontali (il docente in cattedra che spiega ad alunni passivi) e introduce la collaborazione tra insegnante e ragazzi che sceglieranno i temi da sviluppare in classe. 

L'argomento individuato sarà lo spunto per affrontare anche questioni di attualità, sviluppare competenze informatiche, risolvere problemi, parlare con esperti in diversi settori. 

 

 

A raccontare una lezione tipo è stata l'emittente britannica Bbc che è andata a vedere come si insegna in una classe della Comprehensive School di Hauho (l'equivalente di una scuola media italiana). 

L'argomento era Pompei, ma non ci si limitava al libro di storia: si è confrontato la Roma antica con la Finlandia di oggi, paragonando terme e spa, impianti sportivi moderni e Colosseo, di cui a fine giornata si riprodotto un modello solido utilizzando una stampante 3D. 

 

Punto forte di questa rivoluzione scolastica è la formazione dei docenti che vengono formati specificamente per l'insegnamento, sono ben selezionati e hanno un ottimo stipendio. 

 

Leggi anche: Istruzione: come la scuola dovrebbe preparare i bambini al mondo del lavoro