Soffocamento

Soffocamento: attenzione agli acini dell'uva

uva
22 Dicembre 2016
Prima di dare a un bambino piccolo un chicco d'uva (o un pomodoro ciliegino) assicuratevi che sia tagliato in quarti. Infatti uno studio del Royal Aberdeen Children's Hospital, Scozia, ha dimostrato la pericolosità degli alimenti morbidi e rotondi: se ingoiati si incastrano perfettamente nella laringe, creando un tappo difficile da rimuovere persino con le giuste manovre di disostruzione. Quindi l'unica strada per evitare incidenti fatali è la prevenzione.
Facebook Twitter More

Il soffocamento causato da un corpo estraneo è una delle principali cause di mortalità infantile. Tra i principali responsabili ci sono gli acini d'uva. 

A dirlo è uno studio  pubblicato  sugli "Archives of Disease in Childhood" e condotto da Jamie Cooper del Royal Aberdeen Children's Hospital ad Aberdeen, Scozia.

Leggi anche: In Italia 50 bambini all'anno muoiono per soffocamento

 

La pericolosità di questi alimenti dipende dalla loro consistenza morbida e dalla loro forma rotonda. Infatti, i corpi duri sono più facilmente removibili attraverso le compressioni addominali e le giuste manovre. Inoltre, si legge nello studio,  i corpi duri passano più facilmente attraverso la laringe e finiscono nel bronco destro, causando difficoltà respiratorie, ma  permettendo l'aerazione del polmone sinistro. 

 

Al contrario, gli alimenti rotondi e più larghi delle vie respiratorie di un bambino possono causare un'occlusione all'ingresso della laringe, e di conseguenza una totale ostruzione delle vie aeree che è rapidamente fatale. 


Ancora più grave se tale oggetto è liscio e morbido, perché è facilmente deformabile e rischia di incastrarsi perfettamente nella laringe e formare un tappo difficile da rimuovere anche con gli interventi di disostruzione. 

 

 

Lo studio ha infatti analizzato diversi casi di soffocamento in cui genitori hanno prontamente effettuato le manovre corrette, ma purtroppo queste misure non sono state sufficienti a sbloccare l'uva incastrata.

L'unico sistema efficace per rimuoverla  è stata la laringoscopia che però va effettuata immediatamente e  richiede competenze e attrezzature specialistiche. E in molti casi è stata effettuata quando ormai era troppo tardi. 

 

Quindi è fondamentale prevenire questo tipo di soffocamento.

 

E' già diffusa la consapevolezza del rischio di soffocamento causato da giocattoli piccoli, e infatti le confezioni riportano sempre le dovute avvertenze.

Ora in molti si chiedono se non sia giusto porre degli avvisi anche sugli imballaggi di uva e cibi simili, come i pomodori ciliegini. 

L'uva tra l'altro è un alimento che viene dato spesso ai bambini piccoli, ma nessuno sa che è la terza causa più comune di episodi di soffocamento mortali legati al cibo dopo hot dog e dolci. 

 

Quindi la regola d'oro per evitare incidenti fatali, conclude la ricerca, è quella di tagliare il chicco a metà o ancora meglio in quarti prima di darlo ai piccoli.