Caldo

Caldo record: tra oggi e domani bollino rosso in molte città italiane

Di Sara De Giorgi
ondatacalore
27 Giugno 2019
Nel bollettino sulle ondate di calore del ministero della Salute, che indica il livello massimo di rischio per tutta la popolazione, ci sono molti centri urbani d'Italia contrassegnati con il bollino rosso. In particolare, oggi, 27 giugno 2019, ci sarà un caldo record in in almeno 6 città italiane, mentre domani, venerdì 28 giugno, le città a rischio saliranno a 16.
 
Facebook Twitter More

Oggi 27 giugno 2019 ci sarà un caldo record in in almeno 6 città italiane, mentre domani, venerdì 28 giugno, le città a rischio saliranno a 16.

 

Nel bollettino aggiornato sulle ondate di calore del ministero della Salute, che indica il livello massimo di rischio per tutta la popolazione e, dunque, non soltanto le fasce deboli della popolazione, sono tanti, infatti, i centri urbani contrassegnati con il bollino rosso.

 

I meteorologi hanno previsto per quest'estate un caldo record, che, al Nordovest, sarà anche superiore a quello dell'estate 2003 che è ricordato per la lunga durata.

 

Le 6 città che oggi, 26 giugno, hanno il bollino rosso sono Bolzano, Brescia, Firenze, Perugia, Rieti e Roma. Domani, invece, si aggiungeranno Bari, Bologna, Frosinone, Latina, Milano, Napoli, Torino, Venezia, Verona e Viterbo.

 

Attivo il numero verde della Croce Rossa Italiana

 

La Croce Rossa Italiana ha attivato "CRI per le Persone", ossia un numero verde gratuito e funzionante h24 e sette giorni su sette: 800-065510. Il numero di assistenza è per chiunque necessiti di sostegno, assistenza e consigli, con attenzione particolare a chi è sottoposto a maggiori pericoli per la salute come bambini e anziani.

 

Telefonando al numero 800-065510, è possibile avere soluzioni alle emergenze grazie alla solida rete di Comitati in tutta Italia e alle migliaia di volontari pronti ad aiutare in un delicato periodo dell'anno. Gli operatori forniscono, inoltre, informazioni e consigli per difendersi dalle alte temperature.

 

LEGGI ANCHE: Come vestire il neonato in estate

 

In particolare, alle persone anziane con patologie croniche (cardiovascolari, respiratorie, neurologiche, ecc.) e a chi assume farmaci, si consiglia di chiedere al medico un eventuale aggiustamento della terapia o un aumento della frequenza dei controlli clinici e di laboratorio. Occorre, poi, segnalare al medico qualsiasi malessere, anche lieve, e non sospendere mai di propria iniziativa la terapia in corso.

 

Ecco i 20 consigli utili del Ministero della Salute per fronteggiare il livello "rosso" di afa che travolgerà le città italiane. Ecco quali sono: 

 

  1. Consultate ogni giorno il Bollettino della vostra città.
  2. Evitate l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata (tra le 11.00 e le 18.00).
  3. Evitate le zone particolarmente trafficate, ma anche i parchi e le aree verdi, dove si registrano alti valori di ozono, in particolare per i bambini molti piccoli, gli anziani, le persone con asma e altre malattie respiratorie, le persone non autosufficienti o convalescenti.
  4. Evitate l’attività fisica intensa all’aria aperta durante gli orari più caldi della giornata.
  5. Trascorrete le ore più calde della giornata nella stanza più fresca della casa, bagnandovi spesso con acqua fresca.
  6. Utilizzate correttamente il condizionatore. Se avete solo un ventilatore, usatelo con i dovuti accorgimenti.
  7. Trascorrete alcune ore in un luogo pubblico climatizzato, in particolare nelle ore più calde della giornata.
  8. Indossate indumenti chiari, leggeri in fibre naturali (es. cotone, lino), riparatevi la testa con un cappello leggero di colore chiaro e usate gli occhiali da sole.
  9. Proteggete la pelle dalle scottature con creme solari ad alto fattore protettivo.
  10. Bevete liquidi, moderando l’assunzione di bevande gassate o zuccherate, tè e caffè.
  11. Evitate, inoltre, bevande troppo fredde e bevande alcoliche.
  12. Seguite un'alimentazione leggera, preferendo la pasta e il pesce alla carne, evitando i cibi elaborati e piccanti. Consumate soprattutto molta verdura e frutta fresca.
  13. Fate attenzione alla corretta conservazione degli alimenti deperibili (es. latticini, carne,) in quanto elevate temperature possono favorire la proliferazione di germi patogeni causa di patologie gastroenteriche.
  14. Se assumete farmaci, non sospendete autonomamente terapie in corso, ma consultate il medico curante per eventuali adeguamenti della terapia farmacologica.
  15. Fate attenzione alla corretta conservazione dei farmaci, teneteli lontano da fonti di calore e da irradiazione solare diretta e riponete in frigorifero quelli che prevedono una temperatura di conservazione non superiore ai 25-30°C.
  16. Se l’auto non è climatizzata, evitate di mettervi in viaggio nelle ore più calde della giornata (ore 11.00-18.00). Non dimenticate di portare con voi sufficienti scorte di acqua in caso di code o file impreviste.
  17. Non lasciate persone non autosufficienti, bambini e anziani, anche se per poco tempo, nella macchina parcheggiata al sole.
  18. Assicuratevi che le persone malate e/o costrette a letto, non siano troppo coperte.
  19. Offrite assistenza a persone a maggiore rischio (ad esempio anziani che vivono da soli) e segnalate ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento. Nelle persone anziane un campanello di allarme è la riduzione di alcune attività quotidiane (spostarsi in casa, vestirsi, mangiare, andare regolarmente in bagno, lavarsi) che può indicare un peggioramento dello stato di salute.
  20. In presenza di sintomi dei disturbi legati al caldo contattate un medico.

 

LEGGI PURE:

Sos caldo, consigli per bambini

Colpo di calore e bambini, come prevenirlo