Paternità

Storia di un papà manager che si è dimesso per stare di più con la figlia

manager
25 Settembre 2014
Quando la figlia undicenne gli ha mostrato la lista dei 22 momenti più importanti della sua vita in cui lui non c'era per motivi di lavoro, ha deciso di licenziarsi. L'ex super manager della finanza spiega come il desiderio di essere un buon padre è stato più forte della carriera.

 
Facebook Twitter More

Mohamed El-Erian era un super manager della Pimco, il più grande gestore al mondo di bond, quando un anno fa apparentemente senza motivo si è licenziato. Questa notizia aveva scosso il mondo della finanza che si era interrogato più volte sul perché del gesto.

 

Ora l'ex manager spiega il motivo delle dimissioni: l'avrebbe fatto per la figlia undicenne.
Quindi nessun attrito con l'azienda, ma solo la voglia di essere un buon padre. 
“Un anno fa ho chiesto ripetutamente a mia figlia di 11 anni, di fare una cosa. Lavarsi i denti credo o qualcosa del genere. Gliel’ho domandato diverse volte e dal tono della mia voce deve aver capito che non stavo scherzando” dice El-Erian.

La bambina a quel punto gli ha chiesto di aspettare  ed è andata nella sua cameretta a prendere un foglio.

Leggi anche:  Come essere un bravo papà. secondo Barak Obama

 

«Era una lista dettagliata di 22 momenti in cui io non sono stato presente nella sua vita a causa del lavoro. Dal primo giorno di scuola alla prima partita di calcio, dall’incontro con gli insegnanti alla festa di Halloween. Mi sono sentito orribile, ma ho cercato subito di mettermi nelle difensive adducendo spiegazioni importanti per ogni occasione in cui non c’ero stato: viaggi, riunioni importanti, telefonate urgenti di lavoro etc etc... Il punto però era un altro. Per quanto cercassi di razionalizzare, il problema era che la conciliazione del mio tempo in famiglia e sul lavoro non stava funzionando. E questo squilibrio stava rovinando il rapporto speciale che avevo con mia figlia. Non le dedicavo abbastanza tempo".

Leggi anche: Il decalogo del papà per crescere figlie felici

 

"Dopo 14 anni fantastici in Pimco ho preferito prendere un portfolio di attività part-time e ne sono entusiasta perché posso trascorrere più tempo con la mia famiglia e con mia figlia...

Il mio bisogno di essere un buon padre è stato più forte del mio desiderio di essere un buon investitore".

Da mammenellarete leggi la storia: Il bello di essere papà

 

Sfoglia la gallery delle colazioni divertenti che prepara un papà ai suoi nuovi figli adottivi:

 

Ora El Erian riesce ad alternarsi con la moglie per svegliare la figlia, prepararle la colazione, portarla a scuola. E ha programmato anche una vacanza per loro due. 

 

 

Guarda anche il video: Il ruolo del papà per le figlie femmine