Strage di Orlando

Strage di Orlando: la storia di Brenda morta per salvare il figlio

brenda
15 Giugno 2016
Amava la vita e i suoi 11 figli. Ed era a ballare proprio con uno di loro al Pulse la notte in cui Omar Mateen ha aperto il fuoco causando una delle peggiori stragi mai avvenute negli Stati Uniti.  Brenda, quando ha visto il killer puntare l'arma verso di loro non ha esitato, ha urlato al ragazzo di abbassarsi e gli ha fatto da scudo col suo corpo. Lui si è salvato, Brenda, invece, non ce l'ha fatta. 
Facebook Twitter Google Plus More

Ha salvato il figlio come solo un genitore può fare: dando la sua vita in cambio.

E ora a piangerla ci sono i suoi 11 figli.

Brenda Lee Marquez McCool, 49 anni, era andata a ballare al Pulse insieme al figlio di 21 anni, Isaiah Henderson.

 

I due  Stavano ballando quando Omar Mateen ha aperto il fuoco.

E appena Brenda  ha visto che l’attentatore stava puntando l’arma verso di loro ha gridato al figlio di abbassarsi e gli si è parata davanti: gli spari hanno colpito lei al posto del ragazzo

 

“Si è fatta uccidere, ecco quanto amava i suoi figli. Se non ci fosse stata lei Isaia sarebbe morto”, ha raccontato la cognata Ada Pressley. “Era una donna coraggiosa. Per tutto il giorno e per tutta la notte abbiamo sperato che, in qualche modo, fosse riuscita a salvarsi, che fosse in ospedale”.

Ma purtroppo  Brenda non ce l'ha fatta.

 

Isaiah, ancora sotto shock, ha scritto sul suo profilo Facebook: "Solo 24 ore fa ero con mia madre. E'così surreale. Ti amo, mamma".

 

Brenda non solo amava la vita, il ballo e in particolare la salsa, ma era anche una donna molto coraggiosa: per ben due volte era riuscita a sopravvivere al cancro. 

 

Anche l’ex marito, Robert Vance Pressley, che aveva sposato Brenda nel 1985, e da cui ha avuto due bambini, la ricorda con affetto: "Amava ballare. Era altruista, dava sempre tutta se stessa. Tutti i ragazzi del quartiere facevano parte della sua famiglia allargata".

 

Ora i figli hanno lanciato una pagina di raccolta fondi su GoFundMe, per aiutare la famiglia a pagare le spese del funerale.

Leggi anche: Strage di Orlando: gli ultimi sms per la mamma