Notizie USA

USA shock: da anni una coppia teneva i 13 figli incatenati al letto

Di Niccolò De Rosa
coniugi-turpin
16 Gennaio 2018
Imprigionati, denutriti e costretti a vivere nella loro sporcizia, i tredici prigionieri sono stati liberati dalle grinfie dei loro stessi genitori grazie alla segnalazione di una delle figlie riuscita miracolosamente a scappare. Ancora ignoti i motivi che hanno spinto i due coniugi americani a questo trattamento inumano
Facebook Twitter More

All'arrivo dei poliziotti, una vera scena dal film horror ha rivelato al mondo il terribile segreto che per anni è stato celato tra le quattro mura di quella che sembrava una normalissima casa californiana.

 

A Perris, nella Contea di Riverside, le forze dell'ordine hanno scoperto infatti la casa delle sevizie dei coniugi David Allen Turpin e Louise Anna Turpin, i quali hanno segregato per anni i loro 13 figli tenendoli incatenati a letto.

 

Il salvataggio è stato reso possibile grazie alla segnalazione di una delle vittime (17 anni) che dopo una fuga miracolosa è riuscita a chiamare il 911.

In questo modo gli agenti della contea sono riusciti a salvare anche gli altri fratelli, 7 adulti dai 18 ai 29 anni e 6 bambini - di cui la più piccola di appena di due anni - i quali al momento della liberazione sono stati trovati in catene, malnutriti ed esposti a drammatiche condizioni igienico-sanitarie.

 

Per comprendere meglio il livello di degrado e denutrizioni cui quei ragazzi erano stati sottoposti forse può bastare il fatto che nonostante il più grande degli ostaggi avesse quasi 30 anni, gli uomini accorsi sul posto non sono riusciti immediatamente a distinguere le varie età dei prigionieri.

 

Ora i due aguzzini, 57 anni lui e 49 lei, sono stati incriminati per tortura e per abusi su minori, con una cauzione fissata a 9 milioni di dollari.

Al momento dell'arresto, i due non sono stati in grado di fornire una ragione logica che spiegasse quel barbaro trattamento, benché i comportamenti quotidiani e alcune foto apparse su Facebook abbiano spinto gli inquirenti a confermare il tentativo dei Turpin di apparire come una normale coppia felice.