Emergenza

Where ARE U, un'app di pronto intervento per proteggere i figli

Di Sara De Giorgi
emergency
28 Marzo 2019
Dopo gli eventi di cronaca recenti, tra cui quello del bus dirottato a Milano, molti genitori hanno iniziato a scaricare e a installare «Where ARE U», l’applicazione ufficiale del numero unico Emergenza 112. Si tratta di un servizio che permette di contattare, inviando la posizione in cui ci si trova, le centrali del numero unico di emergenza europeo.
Facebook Twitter More

Nel caso della vicenda del bus che è stato dirottato a Milano da Ousseynou Sy il lieto fine è arrivato grazie ai piccoli Ramy, e Adam e Ricky, che hanno contattato con il telefono le forze dell'ordine.

 

L'avventura dei 51 ragazzini delle medie di Crema che si sono trovati loro malgrado al centro della cronaca nazionale si è per fortuna conclusa nel migliore dei modi. Ma l'evento ha colpito molto l'opinione pubblica e soprattutto i genitori italiani, i quali si sono inevitabilmente chiesti cosa avrebbero fatto i loro figli se si fossero trovati in una situazione pericolosa simile.

 

TI PUO' INTERESSARE: Pronto soccorso pediatrico

 

Where ARE U, un'app per le emergenze

 

Molte mamme e papà, consultandosi tra loro in chat di classe e dal vivo, hanno pensato ipoteticamente a come correre ai ripari in casi di emergenza che coivolgono i loro figli. Ha iniziato, dunque, a circolare un post dal Facebook di SOS Emergenza, che invita a scaricare sul cellulare «Where ARE U», l’applicazione ufficiale del numero unico Emergenza 112.

 

Si tratta di un servizio che permette di contattare, inviando la posizione in cui ci si trova, le Centrali Uniche di Risposta del NUE 112, cioè del numero unico di emergenza europeo, sempre disponibile per le emergenze. Dunque un pulsante salva vita, grazie al quale si possono contattare i soccorsi senza telefonare.

 

LEGGI PURE: Pronto soccorso a scuola, 4 incidenti tipici e cosa fare

 

L’applicazione è gratuita e scaricabile da tutti e consente a chiunque di inviare una chiamata di soccorso o emergenza direttamente al 112, ma, cosa più importante, permette di utilizzare il gps del proprio smarthpone o tablet. In tal modo gli operatori del 112 possono subito individuare la posizione di colui che chiama.

 

GUARDA ANCHE: