Quaresima

Trucchi per non ingrassare durante le feste di Pasqua

pranzopasqua
05 Marzo 2013 | Aggiornato il 19 Aprile 2019
Difficile rinunciare a cioccolato, colomba e pranzo pasquale. Ecco però qualche trucco per non ingrassare durante le feste di Pasqua. Basta partire con una settimana di anticipo e seguire qualche facile dritta mentre si è seduti a tavola.
Facebook Twitter Google Plus More

Il periodo di Pasqua, anche se meno insidioso per la linea di quello di Natale, può comunque lasciarci con qualche chilo in più. D’altra parte sarebbe davvero triste rinunciare al piacere di una fetta di colomba, di un pezzo di cioccolato e magari di uno o più pranzi in compagnia.

Che fare allora per salvare i soliti “capra e cavoli”? Facile: basta seguire i consigli che seguono.

Per tutta la settimana che precede Pasqua (ed eventualmente per tutta la settimana dopo Pasqua):

1. Eliminare sia lo zucchero da tutte le bevande calde (te, caffè e così via) sia le bibite gassate. Il consiglio prescinde dalla diffusa tradizione di non mangiare dolci durante la Settimana Santa.

2. Consumare a pranzo o a cena solo del minestrone, in quantità libera. Si può aggiungere un cucchiaino d’olio extravergine d’oliva per piatto di minestrone. Patate e legumi possono essere inseriti tra le altre verdure. In questo caso, far cuocere con qualche foglia di alloro.

3. Non mangiare più di un panino al giorno, del peso di massimo 60 grammi. In alternativa al panino, si possono mangiare cracker o grissini: non più di una porzione al giorno.

 

4. Fronteggiare gli attacchi di fame con frutta o, meglio ancora, verdura. Al riguardo, può essere utile tenere sempre a portata di mano un piccolo contenitore per alimenti con dentro frutta e verdura già pulite e tagliate a pezzetti. Le banane sono da evitare.

 

5. Condire l’insalata con un’emulsione preparata con un cucchiaio d’olio, aceto o succo di limone e acqua. L’acqua serve a diluire l’olio a tutto vantaggio del risparmio d calorie.

 

Durante pranzi, cene, merende in compagnia

 

6. Non mangiucchiare pane e grissini per ingannare la noia o l’attesa. Prepararsi accanto al piatto un panino (massimo due) e limitarsi a mangiare quello con le pietanze.

 

7. Masticare a lungo ogni boccone. Aiuta a non eccedere con le quantità di cibo e favorisce una migliore digestione.

 

8. Prima del pasto mangiare un frutto. Serve a non sedersi troppo affamati e, quindi, aiuta a introdurre quantità di cibo ragionevoli.

 

9. Fare propria la “regola della mezza porzione”. Consiste nel mangiare tutto, ma in quantità dimezzata.

 

10. Non bere più di un bicchiere di vino. E’ consigliabile centellinarlo per tutta a durata del pranzo (o della cena), per poi finire gli ultimi sorsi solo poco prima di alzarsi da tavola. Così si evita la tentazione di riempirsi il bicchiere due o più volte.

 

11. Dopo pranzo fare una passeggiata di almeno 40 minuti, a passo sostenuto. Serve a smaltire calorie, assicurandosi oltre tutto una sensazione di benessere generale.

 

12. Nel pasto successivo a un pranzo o a una cena impegnativi sotto il profilo delle calorie assumere solo minestrone e uno yogurt magro.