Cucina

Conservare bene i cibi in frigo e nel freezer

frigo.jpg
04 Marzo 2013
Questo si fa, questo non si fa. I trucchi per conservare i cibi
Facebook Twitter Google Plus More

I “sì” e i “no” in cucina

SI’

* Quando si fa il sugo di pomodoro è bene aggiungere sempre un pizzico di zucchero. Serve ad attenuare l’acidità e a conferire un saporino speciale alla salsa.

* Gli ingredienti del sugo di pomodoro classico (olio, aglio e/o cipolla pomodoro, sale, zucchero, basilico) andrebbero messi nel tegame tutti insieme a freddo.

* Il panetto di burro già aperto andrebbe rimesso in frigorifero avvolto in un foglio di alluminio.

* Aggiungere qualche rametto di timo al pesce bollito, al forno o a vapore consente di migliorarne il sapore e la leggerezza.

* Le verdure vanno messe in frigorifero già perfettamente lavate, asciugate e chiuse in sacchetti di carta per uso alimentare su cui vanno praticati alcuni piccoli fori.

* Le bottiglie di vino rosso invecchiato che si tengono in cantina i posizione orizzontale vanno messe verticali un paio di giorni prima di essere aperte.

* I vini bianchi e i vini rosati vanno serviti freddi e sistemati nel secchiello del ghiaccio o nell’apposito porta-bottiglia termico.

* La carne, bianca o rossa, va sempre tolta dal frigorifero circa un’ora prima di cucinarla. Per una migliore cottura tegami e teglie andrebbero usati sempre ben caldi.

* Unire al minestrone di legumi 4-5 foglie di alloro. L’accorgimento serve a limitare gli spiacevoli effetti che i legumi producono sull’intestino. Dopo la cottura del minestrone, le foglie di alloro vanno eliminate.

* Per assicurarsi un gradevole odore in cucina (anche dopo aver cucinato il pesce), mettere sul fuoco un pentolino d’acqua con chiodi di garofano, buccia di limone, un pizzico di cannella e lasciar bollire per una decina di minuti.

Clicca qui e gioca con l' albero di Pasqua di Nostrofiglio.it >>

NO

* I formaggi non vanno mai serviti freddi di frigorifero. L’ideale è tenerli a temperatura ambiente circa due ore prima di metterli a tavola. D’estate può bastare un’ora.

* Non si dovrebbe mai eccedere con il sale, anzi il suo impiego dovrebbe essere ridotto al minimo. Per insaporire le pietanze si può sostituire con ottimi risultati con un trito di erbe aromatiche.

* Non riporre nei ripiani bassi del frigorifero il pesce e i formaggi, che hanno un odore pungente e intenso. Se messi nei piani alti non contaminano gli alimenti posti al di sotto.

* Non mettere in frigorifero il pesce ancora da pulire. va riposto già pronto per la cottura, coperto di sale grosso e avvolto in un foglio di alluminio.

* Non andrebbero surgelate le salse a base di maionese, le insalate, le foglie di basilico, i cetrioli. Tutti gli altri alimenti possono essere surgelati.

* Una volta scongelato un alimento va consumato entro 24 ore. In nessun caso può essere di nuovo rimesso in freezer.

* Non si devono mettere nel freezer alimenti che non sono stati puliti. Si devono surgelare solo le pietanze già cucinate o gli alimenti pronti per esserlo.

* Non tenere perennemente in frigorifero i vini bianchi da tavola, lo spumante, lo champagne. Vanno messi a raffreddare solo un paio di giorni prima di consumarli.

* Non mettere in frigorifero i salami interi e chiusi, il miele, le patate, le cipolle, la frutta secca, l’olio, l’aceto.

* Non salare l’acqua della pasta prima che sia arrivata a bollore, per non rallentare il processo.