Quaresima

Realizzare uova di Pasqua con il decoupage

uovapasquadecoupage
05 Marzo 2013 | Aggiornato il 26 Marzo 2018
Per decorare le uova di Pasqua si può usare la tecnica del decoupage. Segui le istruzioni!
Facebook Twitter Google Plus More

Tutto (più o meno) può essere decoupato ma non sempre con risultati eccellenti. Non è il caso delle uova sode che una volta decoupate possono trasformarsi in veri e propri complementi d’arredo, da usare come centrotavola, disposte su un piatto o in un cestino. Possono anche diventare un dono originale e di sicuro effetto. Vediamo come si fa.

Prima di tutto bisogna procurarsi il seguente materiale:

a) tovagliolini di carta decorati (meglio se con motivi primaverili);

b) un barattolino di speciale “vernice da decoupage”, che abbia la duplice funzione di colla e di barriera protettiva finale;

c) un barattolino di gesso bianco da decoupage;

d) un pennello n° 16;

e) una spugnetta;

f) due (o più) tubetti di colori acrilici tinta pastello (per esempio, verde pallido e rosa pallido).

Gli articoli elencati si trovano nei colorifici, nelle cartolerie più fornite, nei supermercati in cui c’è un reparto dedicato al bricolage, mentre i tovagliolini si possono trovare anche nei punti vendita di articoli casalinghi.

Si procede così:

 

  • Eliminare dal guscio dell’ uovo qualunque traccia di sporco, lavandolo sotto il getto dell’acqua corrente e poi farlo rassodare. Asciugarlo bene e con l’aiuto de pennello applicare la base di gesso fino a renderlo tutto bianco. Lavare subito il pennello con acqua e sapone, asciugarlo con uno straccio pulito e metterlo in un portapenne.

  • Togliere il secondo e il terzo strato dal tovagliolino scelto per la decorazione: si deve usare solo il primo velo. Per rendere l’operazione facilissima, prima di procedere appoggiare le labbra all’angolo del tovagliolino: gli strati si staccheranno uno dall’altro, rendendo semplice disporre del velo che serve. Attenzione: se si inumidisce troppo il tovagliolo si ottiene l’effetto contrario a quello sperato.

  • Dopo aver eliminato gli strati che non si utilizzano, con dita e non con la forbice ritagliare dal tovagliolo di carta le immagini o l’immagine che si desidera decoupare sul guscio: gallinelle, margherite, pulcini, fiocchetti e così via. I bordi dell’immagine, al termine dell’operazione, devono essere irregolari. Questo accorgimento fa sembrare l’immagine decoupata dipinta a pennello.

  • Con il pennello applicare la vernicetta sulla zona del guscio che si vuole decoupare quindi incollare le figure ritagliate con movimenti leggeri. Passare quindi il pennello appena umido di vernicetta sulle figure, per farle aderire perfettamente. Attendere qualche minuto poi mettere pochissimo colore acrilico sulla spugna e colorare il resto del guscio, tamponando e avendo cura di non fare sbavature sull’immagine decoupata. Lasciare asciugare (eventualmente usare il getto del phon per accelerare il processo di asciugatura) quindi applicare su tutto il guscio la vernice protettiva (la stessa che si è usata come colla) e lasciare asciugare.