Pubblicità

Pannolino Pampers Mutandino: il cambio facile e felice

Di Brunella Farina
fotomutandino3
19 Novembre 2018
Con Pampers Mutandino, il cambio è facile e felice
Facebook Twitter More

Essere genitori, si sa, è l’esperienza più difficile e allo stesso tempo gratificante che si possa vivere: stanchezza e gioie, emozioni travolgenti e senso di inadeguatezza, scoperte, meraviglia e paura sono gli aspetti contraddittori che tutte le mamme e i papà del mondo si trovano a sperimentare.


Soprattutto se non hai mai cambiato un pannolino in vita tua, la prima volta che tuo figlio espleta i suoi bisogni cominci a sviluppare strategie mirate per rendere questa pratica il più facile, ma soprattutto veloce possibile.


Ora che mio figlio Luca ha due anni riscontro maggiori difficoltà a portare a termine l’operazione di cambio pannolino: si agita, urla e scalcia. Tant’è che spesso e volentieri dobbiamo essere in due a intervenire: uno lo tiene fermo e l’altro procede con la pulizia e il cambio.


Volete sapere come sono di gran lunga migliorate le cose per noi? Utilizzando il
pannolino Mutandino del brand Pampers: da sempre affezionata al prodotto
tradizionale di questo marchio, ho sperimentato per caso anche questa nuova
tipologia, con mia somma soddisfazione.


Con un semplice gesto il gioco è fatto


Tornavamo dalla piscina dove Luca frequenta il corso di acquaticità neonatale e, naturalmente, dopo aver sguazzato allegramente per circa un’ora, avevo provveduto a fargli la doccia, a cambiargli il pannolino e a rivestirlo in una sequenza divenuta per me automatica: non rimaneva che tornare a casa. Tuttavia durante il tragitto si è sparso nell’abitacolo quell’odorino assolutamente familiare seguito da un pianto disperato. Ci siamo fermati in un parcheggio per portare a termine l’ingrato compito che spetta a tutti i genitori, ma ben presto, tuttavia, ci siamo resi conto che il pacco di emergenza dei pannolini conservato nel bagagliaio era terminato. Senza perdere tempo nell’attribuirci reciprocamente la colpa ci dirigiamo presso la sanitaria più vicina ed è qui che per la prima volta mi propongono il Pampers Progressi Mutandino. Accetto senza pensarci troppo e torno velocemente in macchina. Con estrema maestria Marco, il mio compagno, aveva imbastito sul sedile posteriore un fasciatoio di emergenza, dove abbiamo adagiato il bambino furioso. Lo puliamo con cura e poi estraggo dal pacco il Mutandino: mi colpiscono immediatamente la sua estrema morbidezza e il suo esclusivo design. Diamo una rapida occhiata alla
confezione dove sono raffigurate le istruzioni d’uso e ci rendiamo conto che non sarebbe stato più necessario ricorrere a manovre acrobatiche per fargli indossare il pannolino: basta allargarlo con le mani, infilare le gambine negli appositi spazi e posizionarne la fascia elastica avvolgente in vita. Luca in un batter d’occhi sembra essersi calmato e così tutti e tre, appagati e contenti, ce ne siamo tornati a casa.

 

Pampers Mutandino: come si usa


Usare Pampers Mutandino per cambiare un bebè è estremamente semplice: lo si deve infilare come una normale mutandina, avendo cura che la scritta Pampers (nel caso del Mutandino Baby Dry) o che l’icona del cuoricino (nel caso del Mutandino Progressi) restino sul davanti. Insomma sono comodi come una normale mutandina ma garantiscono la medesima assorbenza di un pannolino tradizionale.


Al momento di toglierlo, invece, basta servirsi delle pratiche aperture a strappo
laterali. A questo punto, prima di buttarlo, non bisogna fare altro che arrotolarlo su se stesso e chiuderlo con il nastro apposito, in modo tale che occupi il minor spazio possibile. Insomma, è facile da mettere, ma è anche facile da togliere e, infine, facile da buttare. Quest'ultimo aspetto non è certo da sottovalutare, come ben sanno tutti i genitori che sono alle prese con pannolini da gettare nei rifiuti non senza difficoltà, soprattutto per quel che riguarda lo spazio occupato.


Il cambio pannolino: ecco come trasformarlo in una esperienza giocosa


I nuovi Mutandini del brand Pampers, oltre ad assicurare una perfetta vestibilità
grazie alla banda elastica, garantiscono anche al piccolo utilizzatore il massimo del confort: può muoversi – infatti – in piena libertà senza correre il rischio di sgradevoli fuoriuscite.


Il mio compagno, che da quando sono in attesa della nostra seconda bimba è
diventato l’addetto ufficiale al cambio, sostiene che grazie al pannolino Pampers Mutandino un’operazione complicata si è trasformata in un vero e proprio gioco da ragazzi, destinato a risultare gratificante non solo per i genitori, ma anche per i bambini stessi che sono freschi e puliti senza doversi più innervosire.


Ma non è tutto: il pannolino, grazie alla sua elevata capacità di assorbenza,
garantisce una piacevole sensazione di asciutto in qualsiasi circostanza, e in più
vanta un design esclusivo abbinato a un rivestimento ultra-morbido.

 

I benefici di Pampers Mutandino 

I vantaggi che vengono offerti da questo pannolino – sia nella versione Progressi che Baby Dry (io – ad esempio – li uso entrambi) sono numerosi, a cominciare dalla comodità eccezionale che viene garantita dal rivestimento, che fa della morbidezza la propria caratteristica distintiva. In più, il materiale con il quale sono realizzati è altamente traspirante, il che vuol dire che la pelle del bambino non soffre né rischia di irritarsi per alcun motivo. Come il suo nome lascia intuire, inoltre, si tratta di un pannolino che, proprio in virtù della sua conformazione, garantisce la migliore vestibilità che si possa immaginare.

 

La disponibilità di un nastro di chiusura – infine - è un altro punto di forza del
prodotto
, che in virtù di questo elemento può essere gettato tra i rifiuti in modo
igienico, senza il rischio di spiacevoli imprevisti.


Ecco perché il pannolino è apprezzato sia dai bambini che dagli adulti: tutti sono
contenti di usarlo!