Divertirsi con i bambini

Carnevale, le feste e le sfilate più belle d’Italia

Carnevale-dei-Ragazzi_Biennale1_404x227.JPG
25 Gennaio 2013
A Venezia, Viareggio, Fan, Acireale … nostrofiglio.it segnala le sfilate e le feste più celebri e anche quelle più insolite, lungo tutto lo Stivale e nella vicina Austria. Per divertirsi con i bambini e tornare un po’ bambini
Facebook Twitter More

Di M.Cristina Renis

Feste, scherzi, maschere, travestimenti, decorazioni, dolci tipici come le bugie e le chiacchiere, musica e tantissima allegria. Il Carnevale è uno dei periodi più attesi dell’anno dai bambini, ma non solo.

Anche gli adulti ne approfittano per ritornare bambini e concedersi un pizzico di follia che ogni tanto non guasta. Ecco qui dove poter assistere alle sfilate più celebri, spesso gratuite, ai carnevali più insoliti e alle apposite iniziative per i più piccoli. Da nord a sud.

1) Venezia, largo ai bimbi!

Il Carnevale di Venezia è uno tra i più famosi e suggestivi al mondo e quest’anno attende appassionati e visitatori dal 26 gennaio al 12 febbraio. Il tema dell’edizione 2013 è “Vivi i colori. Live in colour“, ossia una riflessione tutta speciale sul colore e sul ruolo che assume in una città così suggestiva.

Numerosissimi gli eventi e le attrazioni per grandi e piccini per tutta la durata della rassegna, tra i quali e il Leon Musico – quarto Carnevale internazionale dei Ragazzi che si tiene dal 2 al 12 febbraio ai Giardini della Biennale con uno straordinario programma di attività di laboratorio, atelier creativi, performance dal vivo e iniziative destinate alle scuole e a un pubblico di bambini, ragazzi, famiglie e adulti. Ingresso gratuito. Info e prenotazioni: tel. 041.5218828.

E poi spettacoli scenografici nei campi e sul Canal Grande, concerti, esibizioni di artisti internazionali e sfilate di maschere. Il weekend del 2 e 3 febbraio sono in programma due famosissimi eventi, la “Festa delle Marie” e il “Volo dell’angelo”, poi domenica 10 alle 11, in piazza Ferretto a Mestre, “Il volo dell’asino” ovvero la parodia del “Volo dell’angelo”, e poi una lunghissima serie di eventi fino al gran finale del 12 febbraio con la “Vogata del Silenzio” con rievocazioni storiche e selezioni delle maschere più belle (premiate lunedì 11 febbraio).

Inoltre durante tutto il Carnevale in campo San Polo una pista allestita per l’occasione permetterà a bambini e ragazzi di divertirsi sui pattini da ghiaccio. E attorno alla pista un villaggio di stand che offrono prodotti dell’enogastronomia e dell’artigianato tipico.

Info: tel. 041.2412988

2) Viareggio, è di scena la satira

Insieme a Venezia, Viareggio (Lu) è una delle città che vanta un Carnevale molto celebre anche se più “irriverente” rispetto a quello della città lagunare. Quest’anno inizia il 3 febbraio (anche se l’inaugurazione ufficiale è prevista per sabato 2 febbraio alle 14) e finisce esattamente un mese dopo, e che vede affluire circa 200.000 persone a ogni sfilata in maschera.

Per l’occasione infatti, parte della cittadina toscana viene chiusa e diventa un vero e proprio teatro di strada, dove sfilano i celebri carri allegorici, da sempre attenti ai temi dell’attualità e della politica, di satira e di riflessione su temi che riguardano tutti, e poi maschere e migliaia di persone festanti: il primo corso mascherato si terrà domenica 3 febbraio alle 15 con un ricordo del cantautore Giorgio Gaber, poi a seguire il 10, 12, 17 febbraio e il gran finale domenica 3 marzo sempre alle 15 fino a sera, con la premiazione dei vincitori.

Fittissimo il programma di eventi che porterà a Viareggio tantissime maschere, sfilate di carri (8 di prima categoria, 5 di seconda categoria, un carro fuori concorso e 9 mascherate in gruppo), feste rionali, spettacoli teatrali come le canzoni e le commedie musicali in vernacolo, numerosi veglioni in maschera nei locali e nelle discoteche della Versilia. Inoltre bande musicali e gruppi folkloristici, eventi sportivi e spettacoli pirotecnici. Quest’anno inoltre il Carnevale di Viareggio celebra i 140 anni e sono tanti gli appuntamenti collaterali tra cui la premiazione di Carlo Verdone, l’esibizione del Circo Nero in Piazza Mazzini, l’arrivo delle canoe con le maschere e tanti eventi per grandi e piccini, tra cui i laboratori didattici al Museo della Cittadella che svela tutti i segreti della cartapesta e dei carri allegorici: la Cittadella del Carnevale, il complesso che accoglie le officine dove i costruttori viareggini realizzano i carri, si apre e racconta, attraverso bozzetti e documenti d’epoca, manifesti e modellini tutta la suggestiva storia del Carnevale. Info e prenotazioni: tel. 0584.53048.

L’accesso ai corsi mascherati costa 15 € a persona, ma è gratuito per i bambini di età inferiore ai 10 anni, mentre per i ragazzi dai 10 ai 13 anni è di 10 €. Per assistere dalle tribune numerate oltre al biglietto di ingresso c’è il supplemento di 10 € a persona.

Info e prenotazioni: tel. 0584.580755, biglietteria@ilcarnevale.com

3) Fano, una pioggia di cioccolato

Quintali di caramelle e cioccolatini lanciati su migliaia di visitatori, carri alti fino a 20 metri con protagonisti Beppe Grillo, l’antipolitica, il dualismo sacro-profano, un Carnevale tutto dedicato ai bambini con mini-carri e mini-mascherate, una scuola con docenti i maestri della cartapesta: sono questi gli ingredienti dell’edizione 2013 del Carnevale di Fano in programma domenica 27 gennaio, 3 e 10 febbraio.

L’immancabile “getto”, ovvero il lancio di dolciumi dai carri e dalle tribune sulla folla, animerà il pomeriggio delle sfilate dei carri allegorici con quasi 200 quintali di prelibatezze firmate Perugina. Al pubblico il compito di accaparrarsi il maggior numero di caramelle e cioccolatini utilizzando originalità e destrezza con ombrelli rovesciati, retini o con l’ormai storico “prendigetto”.

Confermato, dopo il successo ottenuto con la prima edizione 2012, il Carnevale dei Bambini, in programma nelle mattine delle domeniche di sfilata in viale Gramsci (dalle 10.30): più di 400 piccoli studenti di asili, scuole primarie di primo e secondo grado della città, sfileranno lungo la via del Carnevale; a loro si aggiungeranno circa 120 bambini in rappresentanza dell’Unicef presenti per sensibilizzare i visitatori del Carnevale alla tutela dei diritti di bambini. Previsti inoltre punti di animazione e laboratori dedicati alla creazione dei costumi e al trucco. Ingresso gratuito.

Ad assistere alla sfilata dei carri anche ospiti del mondo dello spettacolo come, ad esempio, il comico Paolo Cevoli che sarà il protagonista dello spettacolo di solidarietà “Il Sosia di Lui” giovedì 7 febbraio, ore 21 al Teatro della Fortuna.

Info: tel. 0721.803866

4) Acireale, buonumore siciliano

Viene definito il più bel Carnevale di Sicilia e attende i propri ospiti lungo le vie del centro storico con sfilate di carri coloratissimi che rivelano tutta l’abilità degli artigiani. Stiamo parlando del carnevale di Acireale (Ct), deliziosa cittadina sul mar Jonio alle pendici dell’Etna che parte il 26 gennaio con la consegna delle chiavi della città al Re Burlone (ore 17) e si conclude il 12 febbraio con uno spettacolo musicale e la premiazione finale.

Il 2 e 3 febbraio e dal 7 al 12 febbraio sono in programma sfilate, gruppi mascherati, concerti e spettacoli musicali. Per i più piccoli l’8 febbraio sfilano i gruppi mascherati scolastici e si svolge l’atteso concorso “Bambini in maschera”. Info: 095.895201.

5) Monteforte d’Alpone, vino e gnocchi

Dall’8 al 12 febbraio Monteforte d’Alpone (Vr), nel territorio della Strada del vino Soave, si trasforma in una sorta di “paese dei Balocchi”, tanto è il coinvolgimento degli abitanti nell'organizzazione di uno dei più antichi (si tiene infatti da oltre 60 anni) carnevali del Veneto. Tra le iniziative in programma una sfilata notturna con carri allegorici illuminati e gruppi mascherati sabato 9 febbraio alle 20.30 (ingresso per non residenti 4 € comprensivo di un piatto di gnocchi, gratuito per i bambini fino a 12 anni).

Domenica 10 febbraio, nelle frazioni di Brognoligo e Costalunga, alle 14.30 c’è la sfilata di carri del Carnevale dei Bambini mentre martedì 12 febbraio, a partire dalle 14.30 si tiene la 64esima grande e storica sfilata di carri allegorici e gruppi mascherati con l’ultimo grande ballo in piazza (ingresso per non residenti 4 € comprensivo di un piatto di gnocchi, gratuito per i bambini fino a 12 anni).

Le maschere protagoniste sono il Re del Torbolin (dedicata al vino Soave novello), il Sior Carnevalon e il Principe del Gnoco, la maschera carnevalesca veronese per eccellenza, che tiene a mo’ di scettro una grande forchetta su cui svetta uno gnocco di patata. Naturalmente, durante le sfilate saranno sempre presenti stand gastronomici pronti a servire gnocchi o frittelle (a partire da 3 €) e vino Soave.

Info: tel. 045.7681407

6) Valfloriana, matòci e facère

Difficile trovarvi Arlecchini e Pulcinella o Pantaloni: tra le montagne del Trentino è più facile imbattersi nei tipici costumi dei matòci o delle facère, tipiche maschere in legno della Val di Fiemme che si possono ammirare in occasione del Carnevale in programma dal 9 febbraio a Valfloriana (Tn) e nelle dieci frazioni.

I matòci indossano abiti vivaci, abbelliti con fiocchi e coccarde dai colori sgargianti e con il volto coperto da tradizionali maschere in legno (le facère), ripropongono l’antica usanza dei cortei nuziali, trasformata in manifestazione carnevalesca all’inizio del ‘900. Insomma, un carnevale alpino davvero insolito che non mancherà di divertire i bambini più curiosi. Info: tel. 0462.241111, www.visitfiemme.it

7) Campiglio, a ritmo di valzer

Piacerà alle bambine più romantiche il Carnevale Asburgico in programma da venerdì 8 a sabato 16 febbraio a Madonna di Campiglio (Tn). Nella Perla delle Dolomiti di Brenta, infatti, rivive la corte viennese della fine dell’Ottocento con i suoi fasti, i costumi, le carrozze, le dame in splendidi abiti e i valzer.

Un Carnevale di grande suggestione storica e molto raffinato, che riporta alla memoria i tempi in cui (era la fine dell’800) la cittadina ospitò la principessa Sissi e l’imperatore Francesco Giuseppe. Da allora la corte viennese torna simbolicamente ai piedi del Brenta per riproporre quelle stesse atmosfere con una settimana di sfarzosi eventi a partire dalla sfilata del corteo imperiale in carrozza in programma venerdì 8, la sciata imperiale con fiaccolata venerdì 15 sulla pista Belvedere, e il Gran Ballo dell’Imperatore sabato 16, al Grand Hotel Des Alpes, lo stesso che accolse la coppia, dove la principessa Sissi apre le danze fra Ussari e Dragoni.

Vengono riprodotti inoltre gli spettacoli pirotecnici del periodo asburgico e i brindisi che accolsero i due reali.Info: tel. 0465.447501

8) Villach, tra principi e principesse

Maschere, ballerine e trampolieri, sbandieratori e giullari: questo è il Carnevale di Villach, in Carinzia (Austria). Un vero e proprio tuffo nel passato, alla scoperta di una delle aree più belle di questa regione alpina. Strade addobbate a festa e vetrine colorate, dove persino i gestori dei locali hanno i volti dipinti per portare un simpatico saluto a tutti i loro ospiti. Ma non solo, le vie del centro si animano di danze e balli, di concerti e di esibizioni, senza dimenticare i banchetti enogastronomici che tentano, grandi e piccini, con le loro dolcezze.

Oltre 3000 maschere prenderanno parte alla sfilata di sabato 9 febbraio, la più grande d’Austria, dove il Principe e la Principessa del Carnevale premieranno le maschere più belle e originali. La sfilata inizierà alle ore 14. Una sola parola d’ordine: “Lei Lei”, il tipico motto da rivolgere ad ogni persona che si incontra, indispensabile per far parte del Carnevale di Villach.

Info: www.region-villach.at

9) Hall-Wattens, nel segno della tradizione

Per rimanere in Austria segnaliamo il Carnevale del comprensorio di Hall Wattens, in Tirolo, dove ogni anno ha luogo una sfilata tradizionale in cui, secondo l’antica usanza, la primavera caccia l’inverno.

Come ogni anno quindi, a febbraio, nei paesini attorno alla storica città di Hall in Tirol si rinnova, con grande partecipazione della gente del posto e di molti ospiti, il rito antichissimo della cacciata dell’inverno, rappresentato dai “Zottler”, da parte della primavera, rappresentata dai “Tuxer”, insieme ad innumerevoli altre figure simboliche quali, ad esempio, “Hexen” (streghe), “Bären” (orsi), Alte (vecchi) che con le loro danze e rituali, fanno rivivere l’eterna lotta fra il buio e la luce, il male e il bene, l’ inverno e la primavera. Il tutto contornato da gruppi musicali, carri allegorici e le immancabili specialità gastronomiche.

I paesi del comprensorio si alternano ogni anno nell’ospitare la sfilata, e quest’anno è la volta di Thaur. Domenica 3 febbraio a partire dalle 13.30 avrà inizio la parata di folclore e irriverente umorismo, accompagnata dalla musica di molte bande locali.

Info: www.hall-wattens.at

10) A Gardaland, gadget e ingressi gratuiti

Sirenette, Pirati, Arlecchini, Pulcinelle, cow boy, indiani, fatine e damigelle sono chiamati a gran raccolta a Gardaland Sea Life Aquarium dove potranno festeggiare il Carnevale. Anche quest’anno l’acquario ha in serbo grandi sorprese per tutti i bambini che potranno ammirare esemplari marini che sembrano essersi agghindati apposta per l’occasione, tra cui stelle marine, pesci pagliaccio, l’anguilla elettrica, gli squali nutrice e i leoni marini.

Non mancano però specie davvero curiose, perfettamente in tema con il Carnevale, come l’insolito pesce balestra vampiro che ricorda, nell’aspetto, il celebre conte Dracula e il pesce balestra pagliaccio con vistose bolle bianche sulla pancia che gli consentono di mimetizzarsi agli occhi dei predatori.

Sabato 9 e domenica 10 febbraio tutti i bambini mascherati che si presenteranno a Gardaland Sea Life Aquarium riceveranno un simpatico gadget, mentre lunedì 11 e martedì 12 febbraio i bambini con meno di 12 anni travestiti a tema marino entreranno gratis.

Varie le speciali tariffe famiglia: 35 € per famiglia di 3 (2 adulti e 1 bambino oppure 1 adulto e 2 bambini); 42 € per famiglia di 4 (2 adulti e 2 bambini oppure 1 adulto e 3 bambini) e altre ancora. Continua anche la promozione che permette di entrare a Gardaland Sea Life Aquarium a soli 10 euro. Il coupon è scaricabile da qui.

Ti potrebbero interessare anche:

Costumi di Carnevale dalla A alla Z

Filastrocche di Carnevale per bambini

Carnevale: come organizzare giochi divertenti

Leggi lo speciale del magazine sul Carnevale

Vuoi confrontarti con altri genitori? Entra nel forum, sezione Tempo libero