Da mammenellarete

Bambini: due intervalli a scuola per migliorare il rendimento

colazione-bambina
29 Agosto 2012
La scuola sta per ricominciare a breve per 6 milioni di alunni italiani. Spesso, molti bimbi, per fretta o pigrizia non fanno colazione. La soluzione? Secondo alcuni nutrizionisti un'alternativa potrebbe essere l'introduzione di un secondo intervallo in mattinata. Leggi l'approfondimento di oggi di mammenellarete.it
Facebook Twitter More

Una volta fare colazione insieme era quasi un rituale. Ora, presi dalla fretta e dalla frenesia spesso capita di saltare (e di far saltare ai nostri figli) quello che si suol dire "il pasto più importante di tutta la giornata".

Solo il 22% degli scolari viene infatti abituato dai propri genitori a fare abitualmente un’abbondante colazione prima di uscire di casa, accompagnando, a una tazza di latte o yougurt, fette biscottate, merendine o frutta, mentre il restante 14% lo fa solo saltuariamente o non assimilando le giuste calorie necessarie ad iniziare al meglio la giornata.

La soluzione? Potrebbe arrivare dalla scuola, introducendo un secondo intervallo in mattinata. Concedere agli studenti due pause in mattinata li aiuterebbe a mantenere costante il livello di attenzione ed il tono dell’umore, migliorando le prestazioni scolastiche.

Leggi l'appronfondimento del Prof. Pietro Antonio Migliaccio, Presidente della S.I.S.A (Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione) nell'articolo di mammenellarete L'importanza della prima colazione